Giornata Mondiale dell’Ambiente 2019. Con la Cina, contro l’inquinamento atmosferico

Reading Time: 2 min.

Oggi, come ogni 5 giugno, si celebra la Giornata Mondiale dell’Ambiente.
Promossa dall’Assemblea Nazionale delle Nazioni Unite, celebra la ricorrenza della prima Conferenza ONU sull’Ambiente Umano, tenutasi a Stoccolma dal 5 al 16 giugno 1972.
In quell’occasione, il tema della tutela ambientale è stato affrontato in una prospettiva antropocentrica. 112 Stati si sono riuniti con la precisa volontà di cooperare per la salvaguardia degli ecosistemi del pianeta in quanto contesto in cui vive l’uomo. Il dovere alla tutela è stato cioè interpretato come diritto di ogni generazione a vivere nel miglior ambiente possibile; ne consegue l’impegno concreto, di ognuno di noi, nel preservare e nel tramandare alle generazioni future una Terra in salute.
Da quella conferenza fu tratta una Dichiarazione di principi, non vincolante a livello giuridico ma determinante per la definizione degli accordi multilaterali in tema ambientale degli anni successivi.

 

Beat air pollution!

Oggi, la Giornata Mondiale dell’Ambiente è dedicata ai temi dell’inquinamento atmosferico e dell’emergenza climatica. Grazie anche alle recenti iniziative del movimento ambientalista innescato dall’ormai celebre Greta Thunberg, anche in questa occasione si pone l’accento sulle azioni e sulle responsabilità individuali, non solo per ridurre il proprio impatto sul pianeta ma per innescare azioni concrete nei governi affinché vengano adottate, a livello comunitario e mondiale, azioni concrete nella lotta all’inquinamento e al consumo scriteriato delle risorse.
Beat air pollution” è lo slogan di questa edizione della Giornata Mondiale dell’Ambiente: “Sconfiggiamo l’inquinamento atmosferico!” L’appello viene addirittura dalla Cina, che ospita gli eventi ufficiali di questa giornata: Paese che, proprio perché afflitto da un altissimo tasso di inquinamento atmosferico, sta finalmente mettendo in atto iniziative tangibili per la sostenibilità, a partire da investimenti importanti nel settore dell’“energia verde”. Alla Cina si affida quindi il testimone di questa edizione, con il compito di trainare il resto del mondo nella ricerca di soluzioni in grado di risollevare le sorti del pianeta.

 

Insieme, in azienda, per un mondo migliore

Consegnare un mondo migliore alle prossime generazioni è da sempre la mission di Ecol Studio, che ogni giorno attua politiche di sostenibilità grazie alle azioni virtuose dei propri partner.
Quali strumenti possiamo mettere in atto, nelle nostre aziende, per ridurre l’inquinamento atmosferico?
Tante sono le soluzioni percorribili. Dall’impiego dello Studio Meteo Diffusionale per monitorare le emissioni in atmosfera comprese quelle odorigene, alla partecipazione all’Emission Trading Scheme, attraverso l’aggiornamento costante delle professionalità deputate alla sorveglianza e al controllo di ogni tipo di emissione, e con il costante supporto di un’unità di analisi all’avanguardia, operante su tutto il territorio nazionale e, oggi, anche in Europa.
I nostri professionisti certificati possono aiutarti a ridurre il tuo impatto sul pianeta, per far sì che la Giornata Mondiale dell’Ambiente non sia soltanto il 5 giugno, ma diventi un modus operandi quotidiano, capace di dare valore al business e alle azioni delle nostre aziende e, soprattutto, di consegnare un mondo migliore alle prossime generazioni.
Contattaci per un consulto gratuito, insieme possiamo fare molto per l’ambiente in cui viviamo!
Chiamaci allo 0583.40011 o scrivendo a info@ecolstudio.com

 

Ti è stato utile questo articolo?

Clicca su una stella e vota l'articolo!

Voto medio / 5. Risultato:

Questo articolo non è ancora stato votato. Votalo per primo!