Emissioni odorigene: come e perché monitorarle con lo Studio Meteo Diffusionale

Reading Time: 3 min.
Reading time: 3 minutes

Con il D.Lgs. 183 del 15 novembre 2017 è stato introdotto un riferimento specifico alle emissioni odorigene nel Testo Unico dell’Ambiente, attraverso una modifica all’articolo 272-bis del D.Lgs. 152/2006.

 

Occhio agli odori!

Per la prima volta, il legislatore ha portato all’attenzione delle istituzioni la questione degli odori emessi dagli impianti produttivi. Tale epocale cambiamento è frutto della crescente sensibilità e consapevolezza, da parte dell’opinione pubblica, nei confronti di questa tematica in relazione alla tutela dell’ambiente e della salute. Aumentano di giorno in giorno, infatti, le segnalazioni e le richieste di intervento alle Autorità di Controllo da parte della popolazione, sempre meno accondiscendente verso questo tipo di emissioni in atmosfera.

 

Nuove sanzioni in arrivo per le emissioni odorigene

La vera novità apportata dal D.Lgs. 183/2017 consiste nel fatto che, adesso, le Autorità Competenti potranno prevedere misure di prevenzione e limitazione appositamente definite, che diventeranno oggetto di verifica durante le visite delle Autorità di Controllo. Di conseguenza, l’inserimento del tema delle emissioni odorigene all’interno di un’autorizzazione ambientale e la definizione di specifici limiti, comporta che le difformità riscontrate nelle ispezioni delle Autorità di Controllo saranno oggetto di sanzione.
Sta alle Regioni definire i limiti specifici delle varie tipologie di emissioni odorifere. Alcune lo hanno fatto già prima del D.Lgs. 183/2017; altre stanno lavorando ai propri regolamenti, come la Toscana che sta approvando modifiche alla Legge 9/2010 per dare attuazione ai cambiamenti introdotti dal decreto in questione. A breve, ogni distretto territoriale avrà le proprie tabelle da seguire in quanto a emissioni odorigene e le proprie sanzioni da applicare.

 

Come può tutelarsi un’azienda?

Per un impianto produttivo, questo è il momento migliore per correre ai ripari!
Occorre, innanzi tutto, prendere consapevolezza delle proprie emissioni odorigene, attraverso una verifica delle criticità nel proprio sito, programmando se necessario un monitoraggio e applicando dei modelli diffusionali per verificare la conformità verso le popolazioni circostanti.
Non dimentichiamo, infatti, che il primo obiettivo non è evitare di incorrere in sanzioni, ma sviluppare la propria Azienda in armonia con il territorio e le persone che lo abitano. Essere in grado di dimostrare azioni efficaci per limitare e monitorare le proprie emissioni odorigene, in questa prima fase in cui l’opinione pubblica è molto sensibile al tema e il legiferatore non ha ancora ultimato la messa a punto di tutti gli strumenti necessari al controllo e alla tutela del territorio, significa anche accrescere la fiducia di clienti, partner e stakeholder nei confronti della propria struttura, con ricadute positive sulla percezione del brand.

 

Lo studio meteo diffusionale: a che cosa serve?

Dopo una prima fase in cui, attraverso un campionamento professionale, si mappano le fonti emissive per ottenere una misurazione puntuale delle sorgenti areali e convogliate e per determinare i ratei emissivi delle sorgenti odorifere dello stabilimento, è consigliabile realizzare uno studio meteo diffusionale.
Attraverso strumenti riconosciuti di modellazione della dispersione atmosferica, si calcolano i livelli di percezione degli odori e degli inquinanti nelle aree circostanti lo stabilimento, ovvero si fotografa l’esatta dinamica della dispersione in atmosfera e della ricaduta a terra delle emissioni della nostra azienda.

 

Chi ha bisogno di uno studio meteo diffusionale?

Tante sono le tipologie di aziende che possono trarre un immediato vantaggio dall’applicazione di questo metodo.

Impianti manufatturieri, impianti di produzione energia, impianti di depurazione, discariche, inceneritori, impianti estrattivi, impianti di lavorazione inerti, piattaforme off-shore, allevamenti di bestiame e molti altri.
Già prima dell’entrata in vigore del D.Lgs. 183/2017, lo studio meteo diffusionale è uno strumento indispensabile nella fase autorizzativa di nuovi stabilimenti o di modifiche impiantistiche che possono comportare variazioni nel quadro emissivo dello stabilimento. Oggi, a fronte della crescente sensibilità della popolazione e delle Autorità Competenti verso l’impatto odorigeno, e della definizione di normative regionali che richiedono esplicitamente la redazione di uno studio diffusionale della ricaduta degli odori, lo renderanno a breve necessario per ogni tipologia di attività con emissioni in atmosfera su tutto il territorio nazionale.

Simulazione di Studio Meteo Diffusionale

Alle tue emissioni pensiamo noi

I professionisti di Ecol Studio possono supportarti in ogni fase del controllo e del monitoraggio delle emissioni, incluso lo studio meteo diffusionale degli odori e di altri inquinanti caratteristici dell’attività produttiva.
Grazie a software di modellistica ambientale raccomandati dall’ISPRA, possiamo calcolare le concentrazioni al livello del suolo degli inquinanti e degli odori della tua azienda. Successivamente, confrontiamo i valori ottenuti con i parametri limite previsti dall’attuale normativa sulla Qualità dell’Aria (D.Lgs. 155/10) e, nel caso degli odori, con i valori di accettabilità previsti dalle Linee Guida Regionali.
Attraverso una relazione finale completa ed esaustiva, ti descriveremo le dinamiche della ricaduta a terra delle tue emissioni. In fase autorizzativa, potrai così misurare il reale impatto degli inquinanti emessi sul territorio circostante e potrai valutare azioni di miglioramento, quali ad esempio la variazione dell’altezza dei camini o la variazione dei limiti emissivi. Agendo in questo modo, potrai prevenire eventuali sanzioni da parte delle Autorità di Controllo.

Un aiuto davvero prezioso!

Contattaci

I nostri esperti sono a tua disposizione per offrirti i migliori servizi a condizioni davvero vantaggiose. Studio Meteo Diffusionale, Pratica Modifica Autorizzativa e Check Up Odori: chiedici di più e scopri le promozioni in corso cliccando qui!

Per maggiori informazioni, puoi contattarci allo 0583 40011 o scrivendo a odori@ecolstudio.com