Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti: nuove funzioni e responsabilità

Reading Time: 3 min.
Reading time: 3 minutes

A chi tocca essere il Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti nella tua azienda?
Per le imprese iscritte all’Albo dei Gestori Ambientali, la gestione dei rifiuti rappresenta la principale problematica da affrontare: oltre alle spiacevoli e irreversibili conseguenze che un comportamento non corretto in azienda potrebbe avere sull’ambiente e sulla popolazione del territorio, le sanzioni in materia sono davvero importanti. Come sappiamo, possiamo non solo incorrere in ammende salate, ma mettere a rischio il brand, il business e la sopravvivenza stessa dell’impresa!

È a questo scopo che nasce la figura del Responsabile Tecnico della Gestione dei Rifiuti, utile, quando non necessario, a prevenire sanzioni e a garantire le condizioni per conciliare il business con la tutela e la sostenibilità ambientale.

 

Chi è il Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti (RTGR)?

Può essere il legale rappresentante o il titolare dell’azienda, un suo dipendente oppure un libero professionista: è il punto di riferimento per ogni azienda che gestisce rifiuti, indipendentemente dall’iscrizione all’Albo dei Gestori Ambientali.
È definito dal Decreto Ministeriale n° 120 del 3 giugno 2014, il Regolamento dell’Albo dei Gestori Ambientali, come nuova figura non riconducibile né alla delega di funzioni né al supporto all’imprenditore: su di essa, il titolare dell’impresa ripone la sua più totale fiducia per la corretta organizzazione aziendale finalizzata alla tutela ambientale.
Presenza obbligatoria per le aziende iscritte all’Albo, nel caso in cui venisse a mancare determinerebbe un provvedimento disciplinare che porterebbe alla revoca dell’autorizzazione e alla cancellazione. Per queste e per tutte le altre imprese, il RTGR rappresenta una funzione sempre più importante per assicurare la corretta gestione dei rifiuti in azienda e per vigilare sull’applicazione della normativa di riferimento.

 

Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti: nuove funzioni e nuove responsabilità

Figura chiave rimasta troppo a lungo in una “zona grigia”, di recente il RTGR ha finalmente visto delinearsi nel dettaglio il proprio ruolo.

Con la Delibera n°1 del 23 gennaio 2019, il Comitato Nazionale dell’Albo dei Gestori Ambientali ha comunicato le “prime disposizioni di dettaglio dei compiti e delle responsabilità” del Responsabile Tecnico, definendone, innanzi tutto, le funzioni generali (Articolo 2) nell’ambito della gestione dei rifiuti:

  • coordinare le attività degli addetti dell’impresa;
  • definire le procedure di emergenza e le istruzioni di prevenzione;
  • vigilare sull’osservanza delle prescrizioni;
  • verificare la validità delle iscrizioni e delle autorizzazioni in capo ai soggetti ai quali vendono affidati i rifiuti dell’azienda.

 

Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti: quali sono i nuovi “compiti speciali”?

La nuova delibera elenca anche i compiti speciali del RTGR, relativamente alle imprese iscritte all’Albo e che si occupano di:

  • trasporto dei rifiuti (Articolo 2);
  • gestione dei centri di raccolta, di commercio e di intermediazione dei rifiuti (articoli 3 e 4);
  • bonifica dei siti (Articolo 5);
  • bonifica dei beni contenenti amianto (Articolo 6).

Cliccando qui, è possibile consultare nel dettaglio le nuove disposizioni approfondendo i propri ambiti di interesse.

 

Un valido aiuto ai Responsabili Tecnici Gestione Rifiuti

Formazione avanzata e aggiornamento normativo, supporto nella gestione dalla classificazione allo smaltimento o al riutilizzo, campionamento e analisi di ogni tipo di rifiuto: Ecol Studio è sempre a fianco dei Responsabili Tecnici e di chiunque, in azienda, debba affrontare le più svariate problematiche legate alla Gestione dei Rifiuti. Molti dei nostri consulenti, ricoprono essi stessi il ruolo di Responsabile Tecnico per aziende partner: puoi affidarti a loro per dormire sonni tranquilli!

Per restare aggiornato sulla normativa, iscriviti alla nostra NewsBetter selezionando l’ambito di interesse “Ambiente”, e non esitare a contattare i nostri esperti per ogni tua necessità.
Chiamaci allo 0583 4001 o scrivici a info@ecolstudio.com, salvaguarderemo l’ambiente e il tuo business aiutandoti a gestire al meglio i rifiuti della tua azienda.
Un mondo migliore, insieme, è possibile!

 

Ti è stato utile questo articolo?

Clicca su una stella e vota l'articolo!

Voto medio / 5. Risultato: