Preposti 3D: la nuova dimensione del Preposto alla Salute e Sicurezza sul Lavoro

Reading Time: 4 min.
Reading time: 4 minutes

Salute e Sicurezza sul Lavoro: comportamenti sbagliati e formazione inefficace, unite a una mancata consapevolezza e partecipazione delle persone, possono essere alla base di molti risvolti negativi in azienda. Il rischio di incorrere in sanzioni, anche penali, sequestri e danneggiare la business continuity è molto alto!
Il tema della formazione efficace è oggi di primaria attualità: in molti si interrogano su quali siano le corrette modalità per formare in modo efficace una nuova consapevolezza nei lavoratori. Tra tutti, David Kolb,
il più grande teorico contemporaneo dell’educazione professionale nonché padre dell’experimental learning, individua come concetto cardine il luogo di lavoro come ambiente per l’apprendimento.
Proprio su questa intuizione si basa la nuova proposta di servizi integrati di formazione e consulenza in ambito HSE di Ecol Studio, progettata per lavorare sulla cura delle persone, per salvaguardare il loro benessere e assicurare la loro crescita umana e professionale, garantendo una maggiore efficacia alle aziende.
Nasce così il
concept ICAR’E: un progetto innovativo, in grado di innescare un vero e proprio cambiamento culturale all’interno delle aziende, contribuendo a raggiungere obiettivi di primaria importanza come azzerare gli infortuni, ridurre le malattie professionali e diminuire l’impatto ambientale, attraverso attività specifiche ed emozionali, capaci di garantire il massimo dei risultati in termini di apprendimento, di efficacia e di crescita del personale.
Un lavoro davvero sconfinato e complesso; questi obiettivi sono davvero ambiziosi ma raggiungibili con il giusto metodo. Da dove cominciamo?
Dalla testa, naturalmente: cioè dalla figura del nuovo Preposto.

 

Chi è il Preposto e quali sono i suoi obblighi?

Il Preposto inteso dall’articolo 2, comma 1 lettera d, del D.Lgs. 81/08 è la “persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l’attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa.

Gli obblighi del preposto sono precisati all’articolo 19 del D.Lgs. 81/08.
Il preposto deve:

  1. sovrintendere e vigilare sulla osservanza da parte dei singoli lavoratori dei loro obblighi di legge, nonché delle disposizioni aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro e di uso dei mezzi di protezione collettivi e dei dispositivi di protezione individuale messi a loro disposizione e, in caso di persistenza della inosservanza, informare i loro superiori diretti;
  2. verificare affinché soltanto i lavoratori che hanno ricevuto adeguate istruzioni accedano alle zone che li espongono ad un rischio grave e specifico;
  3. richiedere l’osservanza delle misure per il controllo delle situazioni di rischio in caso di emergenza e dare istruzioni affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave, immediato e inevitabile, abbandonino il posto di lavoro o la zona pericolosa;
  4. informare il più presto possibile i lavoratori esposti al rischio di un pericolo grave e immediato circa il rischio stesso e le disposizioni prese o da prendere in materia di protezione;
  5. astenersi, salvo eccezioni debitamente motivate, dal richiedere ai lavoratori di riprendere la loro attività in una situazione di lavoro in cui persiste un pericolo grave ed immediato;
  6. segnalare tempestivamente al datore di lavoro o al dirigente sia le deficienze dei mezzi e delle attrezzature di lavoro e dei dispositivi di protezione individuale, sia ogni altra condizione di pericolo che si verifichi durante il lavoro, delle quali venga a conoscenza sulla base della formazione ricevuta;
  7. frequentare appositi corsi di formazione secondo quanto previsto dall’articolo 37.

 

Atteggiamento e Sicurezza: quando il Preposto fa la differenza

Per riuscire a fare tutto questo, oggi il Preposto deve gestire con attenzione il binomio atteggiamento-sicurezza.
Nulla è più utile, per migliorare le relazioni con coloro che dovranno sovraintendere, di un atteggiamento costantemente positivo e in sicurezza. È l’atteggiamento del preposto che condiziona l’andamento e la motivazione alla sicurezza del reparto. Ogni cosa che fa e ogni posizione che prende sulle varie tematiche trovano un riscontro nei comportamenti dei collaboratori. Infatti, la correlazione tra il comportamento di sicurezza del Preposto e i comportamenti dei lavoratori è diretta.

 

Competenze e Non Technical Skills: identikit del nuovo Preposto

Per svolgere al meglio il nuovo ruolo di Preposto, all’essenziale competenza di natura tecnica è necessario integrare una forte competenza non tecnica, esprimibile con il termine Non Technical Skills (NTS).
In particolare, la capacità del Preposto di saper comunicare con efficacia, il saper lavorare in gruppo in modo performante nonché la capacità strategica di problem solving e decision making diventano abilità da acquisire o da allenare nei casi migliori.
La sopravvivenza nella complessità organizzativa non può prescindere da queste chiavi di lettura, cioè quella tecnica e quella non tecnica. Il preposto è il ruolo giusto al posto giusto: ogni attore di sicurezza deve agire al meglio e sinergicamente con tutti i colleghi per soddisfare il bene comune, cioè la salute e il benessere del lavoratore.

 

Preposti 3D: facciamo crescere le persone

“Preposti 3D” è il nuovo progetto Ecol Studio di formazione attiva ed esperienziale rivolto al middle e al top management (preposti e dirigenti) per sviluppare competenze trasversali (soft skills) migliorando le capacità organizzative e gestionali.
Investire sulla crescita individuale delle persone ci permette di trasformare il luogo di lavoro in un ambiente di apprendimento e di vita, in cui ognuno può mettere a disposizione le proprie conoscenze e sviluppare rapporti secondo le capacità e le inclinazioni personali.
I principali benefici che la tua azienda otterrà da un approccio di questo tipo si evidenzieranno grazie alla polarità della formazione che ne consegue. Otterrai infatti:

  • un cambiamento organizzativo, attraverso il focus sulle esperienze di integrazione e di valorizzazione che i manager predispongono per i collaboratori, in modo coerente ai valori dell’azienda;
  • lo sviluppo del professionista, grazie all’attenzione posta sul singolo dipendente e sul percorso di consapevolezza che lo rende più autonomo, responsabile ed efficace.

 

Perché creare un “preposto 3D”?

Un percorso formativo ed esperienziale rivolto al middle e top management (Preposti e Dirigenti) e ai consulenti esterni ti consentirà di:

  • Sensibilizzare i tuoi collaboratori al concetto di Ruolo e al suo esercizio (Responsabilità);
  • Rendere il comportamento e l’atteggiamento dei tuoi collaboratori più coerenti al ruolo loro assegnato;
  • Sviluppare e potenziare le soft skills necessarie affinché ognuno ricopra il proprio ruolo manageriale al meglio: comunicazione, gestione del conflitto, gestione della squadra.

 

 Preposti 3D: quali strumenti?

Grazie alla una formazione avanzata di tipo esperienziale, che coinvolge i discenti in prima persona sulla base del modello di Kolb, e attraverso l’uso di un simulatore mirato allo sviluppo delle competenze trasversali dei partecipanti, il percorso ricorrerà a:

  • Esperienze quali role play, esercitazioni, attività, simulatore di comportamenti;
  • Debriefing sulle esperienze: per condividere e dare riscontri costruttivi sul vissuto (con l’eventuale possibilità di videoriprese di alcuni momenti del corso);
  • Sperimentazione dei modelli acquisti nelle attività quotidiane (work out);
  • Aspetti teorici: presentazione di temi e modelli calati nel contesto aziendale;
  • Follow-up (eventuale): tavole rotonde e coaching personalizzati.

La formazione sarà personalizzata e progettata con il supporto dell’organizzazione per usare esempi, casi studio e dinamiche concrete tipiche della realtà aziendale specifica, così da rendere l’apprendimento il più rapido ed efficace possibile.

Ecco un esempio di sviluppo del progetto:

Diventa un Preposto 3D!

Per conoscere tutti i vantaggi della nuova formazione avanzata ICAR’E by Ecol Studio e del modulo “Preposti in 3d” scrivici a icare@ecolstudio.com o contattaci allo 0583.40011
Un mondo (e un’azienda) migliore, insieme, è possibile!