Near miss: che cosa sono e come gestirli con la procedura INAIL

Reading Time: 3 min.

INAIL ha recentemente pubblicato sul proprio sito il documento Gestione degli incidenti: Procedura per la segnalazione dei Near miss.

Near miss: che significa?

Con il termine near miss si indicano deviazioni impreviste e improvvise dalla normale ordinarietà del lavoro in presenza di situazioni che non hanno consentito il verificarsi di conseguenze negative.
Semplificando, i near miss sono eventi potenzialmente dannosi, poiché legati alla presenza di situazioni o agenti che abbiano la caratteristica intrinseca di “pericolosità”, ma che per l’instaurarsi di situazioni fortuite non hanno provocato danni a persone o a cose.
La rilevazione conduce l’organizzazione a far emergere le criticità, di tipo organizzativo, tecnico o comportamentale, e a correggerle prima che sfocino in un infortunio con conseguenze dannose sul lavoratore.

Near miss: come gestirli?

Individuazione, comunicazione, registrazione ed archiviazione degli incidenti rappresentano momenti basilari per un corretto funzionamento di un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro in cui il datore di lavoro deve predisporre adeguate procedure di gestione, definendo ruoli, compiti e responsabilità, formazione e pubblicità sugli strumenti e sulle metodologie impiegate.

Near miss: la procedura INAIL

La procedura proposta da INAIL, che rappresenta un momento essenziale nella implementazione di un sistema di gestione della salute e della sicurezza nell’ambiente di lavoro al fine di ottenere informazioni essenziali alla progettazione di misure di prevenzione e di protezione da adottare per la risoluzione delle non conformità rilevate, fornisce gli elementi per:

  • identificare, raccogliere e analizzare gli incidenti verificatisi in occasione di lavoro e relativi personale, appaltatori e subappaltatori all’interno dei luoghi di lavoro;
  • valutare le situazioni di non conformità o di criticità organizzative, tecniche, procedurali o comportamentali che precedono gli incidenti;
  • individuare ed applicare le adeguate misure correttive e preventive;
  • garantire un’opportuna comunicazione biunivoca e assicurare un’immediata risposta alla segnalazione (feedback).

Near miss: gli obiettivi di INAIL

Il testo ha come obiettivo quello di supportare le imprese nel percorso di miglioramento delle performance di valutazione e gestione dei rischi per la salute e sicurezza sul lavoro, lo sviluppo ed il trasferimento di metodologie e strumenti operativi per la gestione degli incidenti, e rispondono ad indicazioni espresse a livello nazionale e comunitario quali:

  • La standardizzazione di metodologie e strumenti condivisi dal sistema di prevenzione;
  • Il rafforzamento dell’integrazione dei dati e delle informazioni volte al miglioramento degli interventi di prevenzione;
  • Lo sviluppo delle attività di applicazione nella prevenzione con verifica dell’efficacia dei risultati dell’intervento di supporto alle aziende;
  • Lo sviluppo e il trasferimento di strumenti di supporto per migliorare l’applicabilità delle norme e l’efficacia dei sistemi di controllo dei rischi presenti nelle aziende;
  • L’approccio gestionale volto al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza in azienda, rafforzandone le capacità di autovalutazione tramite l’impiego di indicatori di efficacia dei sistemi di controllo del rischio tramite il coinvolgimento di tutti gli operatori secondo le proprie responsabilità.

Questo documento, che nasce dal Protocollo d’Intesa Inail-Utilitalia, si propone di fornire alle aziende uno strumento semplice ed intuitivo, che tenga conto delle difficoltà culturali al fine di scardinarle, per rendere più agevole alle parti in gioco la rilevazione, la segnalazione, la presa in carico e la risoluzione di eventuali “difetti” naturalmente insiti nell’organizzazione e, quale obiettivo finale, la creazione di un ambiente di lavoro realmente sano e sicuro.

Near miss: come si articola la procedura?

La prima parte è dedicata alla gestione degli incidenti e sarà suggerita una procedura di cui saranno specificate le azioni, i ruoli e le responsabilità, nonché il flusso di comunicazione per scardinare le difficoltà e gli ostacoli culturali.

La seconda parte della pubblicazione verte sull’analisi degli incidenti attraverso la procedura Infor.Mo. Si tratta di un modello multifattoriale di archivio nazionale tramite trasmissione web dei dati direttamente dal territorio, sviluppato in un progetto di condivisione della metodologia con il Servizio di Prevenzione delle Aziende per diffondere strumenti e metodologie standardizzate utili all’identificazione delle criticità per facilitare, tramite l’attuazione di misure correttive di carattere tecnico, organizzativo e procedurale, il monitoraggio degli standard di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro.

La procedura è basata sulle esperienze delle aziende associate ad Utilitalia ma è applicabile ad una qualsiasi altra attività o settore.

Ti è stato utile questo articolo?

Clicca su una stella e vota l'articolo!

Voto medio 0 / 5. Risultato: 0

Questo articolo non è ancora stato votato. Votalo per primo!