Spedizione rifiuti in Germania: la norma LAGA PN 98

Reading Time: 2 min.

La Germania è il principale destinatario dei rifiuti esportati dall’Italia, con quasi un milione di tonnellate annue di materiali ricevuti dal nostro Paese. Si tratta per lo più di rifiuti pericolosi (circa 500 mila tonnellate), residui da trattamento di rifiuti (circa 300 mila tonnellate) e scarti da attività di costruzione e demolizione (circa 200 mila tonnellate). A nostra volta, dalla Germania importiamo circa 2 milioni di tonnellate di rifiuti metallici, che utilizziamo come materia prima nei nostri processi produttivi.

Le norme per la spedizione transfrontaliera dei rifiuti

In Europa, la spedizione transfrontaliera dei rifiuti è normata dal Regolamento 2006/1013/CE, entrato in vigore in Italia dal 12 luglio 2006 con la L. 190/2006.
Per la spedizione transfrontaliera dei rifiuti in Germania non è sufficiente la compliance a tale regolamento. Oltre al rispetto delle norme comunitarie e nazionali per la corretta attribuzione dei codici EER e i test per l’ammissibilità in discarica (in Italia regolati dal D.Lgs. 36/2003 e s.m.i., in Germania dalla Deponie Verordnung), lo Stato tedesco richiede campionamenti e test analitici condotti secondo i parametri prescritti dalla norma tedesca LAGA PN 98.

La gestione dei rifiuti in Germania

La norma LAGA PN 98 prende il nome dal Bund/Länder-Arbeitsgemeinschaft Abfall (LAGA): un gruppo di lavoro a cui è affidato il compito di aggiornare periodicamente tutto ciò che riguarda la gestione dei rifiuti nel Paese, dallo sviluppo del quadro normativo, ai piani di gestione, alle competenze specifiche delle autorità deputate, all’aggiornamento delle tecnologie di recupero e smaltimento.

Il contesto tedesco della gestione ambientale, infatti, è particolarmente complesso e può variare nei vari distretti territoriali, i Länder. Non tutti i Land sono normati allo stesso modo: non è raro imbattersi in associazioni intercomunali o altri enti pubblici nati appositamente per gestire i rifiuti di propria competenza e che, a tal fine, si sono dotati di procedure specifiche.

Che cosa prevede la LAGA PN 98?

La normativa LAGA PN 98 nasce proprio per uniformare tale contesto. Per conferire i rifiuti in Germania, quindi, è necessario che:

  1. I rifiuti siano analizzati da un laboratorio certificato DIN EN ISO / IEC 17025;
  2. Il campionatore sia certificato LAGA PN 98, cioè che sia dotato di un Teilnahmezertifikat – Probenahme von Abfall nach LAGA PN 98 ovvero un certificato, ottenuto tramite la frequenza di un corso e il superamento di un esame, che certifichi l’abilitazione ottenuta;
  3. I rapporti di campionamento e di prova siano redatti in lingua tedesca.

Spedisci i rifiuti in Germania in sicurezza con Ecol Studio

Ecol Studio può assisterti nella spedizione dei tuoi rifiuti in Germania in totale sicurezza. I nostri laboratori sono certificati a norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005 “Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura”, e i nostri campionatori sono in possesso dell’accreditamento LAGA PN 98.

Ti è stato utile questo articolo?

Clicca su una stella e vota l'articolo!

Voto medio 0 / 5. Risultato: 0

Questo articolo non è ancora stato votato. Votalo per primo!